Promuovendo l’iniziativa «Lotta contro la disoccupazione giovanile», Credit Suisse ha inteso incoraggiare progetti volti ad accompagnare i giovani nel passaggio dalla formazione a un regolare rapporto di lavoro, nonché a rafforzare la loro autonomia e sicurezza nell’affrontare il delicato periodo di passaggio verso il mondo del lavoro.

Grazie all’ausilio di tecniche di intervento basate sul concetto di auto-aiuto e di presa di consapevolezza del proprio potenziale, i giovani sono stimolati ad assumere un ruolo più attivo nella ricerca di un impiego rafforzando l’autostima e l’autonomia. Ad ogni organizzatore è stata lasciata libertà di presentare, nel rispetto delle linee guida indicate dal mandante, un proprio progetto di intervento formativo e individuare, a seconda delle emergenze specifiche della propria zona geografica, un pubblico target a cui rivolgersi.

Nel caso particolare, Labor Transfer ha considerato il pubblico dei giovani neo-diplomati tra i 18 e i 30 anni senza lavoro di livello secondario e di livello terziario, preparando un percorso volto a rafforzare la consapevolezza delle proprie competenze professionali (Sapere e Saper Fare) e mirato a consolidare le competenze personali (Saper Essere) necessarie per promuovere efficacemente la propria candidatura nell’ambito della ricerca impiego.